Transizioni siberiane

Khanty_old_women_in_Numsang_YohIl progetto fotografico “Linija Severa” (Linea del Nord), di Fedor Telkov e Sergej Poterjaev, mostra come la modernità ha cambiato la vita dei popoli autoctoni della Sibera e del grande Nord russo.

In Siberia, nelle regioni artiche e nel lontano oriente vivono, secondo dati ufficiali, decine di piccoli popoli. Molti fra questi sono riusciti a mantenere intatto il proprio stile di vita tradizionale, ma con il passare degli anni l’avanzare della modernità distrugge poco a poco il mondo di questi popoli. Così questa gente, ancora nuova alla vita cittadina, è costretta a trasferirsi nei centri abitati più grandi per trovare lavoro.
Di conseguenza, lo stile di vita tradizionale assume caratteristiche di transizione: i valori e le tradizioni vengono preservate, ma a queste si aggiungono i vantaggi della vita moderna.
Il progetto fotografico “Linea del Nord” (Линия Севера) di Fedor Telkov e Sergej Poterjaev dipinge perfettamente questa transizione, specialmente nelle regioni abitate dai nenci, popolazione indigena di origine samoieda, stanziatasi nella tundra della Penisola di Kanin e fra le foreste che si stendono tra l’Ob’ e l’Enisej.

[Nella foto qui presente: alcune donne Khanti]

Vi invitiamo a dare un’occhiata al progetto sul portale Meduza.io:
Linea del Nord – Линия Севера

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...